26 Giugno 2019


MUSEO DEL CASTAGNO E DEL BORLENGO

Ass. LA SLUCADORA
percorso: Home > I MUSEI

Il Borlengo

Il Borlengo
Il borlengo, è una specie di crêpe molto sottile e croccante preparata a partire da un impasto liquido estremamente semplice (è un tipico cibo povero), a base di acqua, farina, sale, olio e uova: questo impasto è detto colla. La cottura avviene con l'utilizzo di grandi padelle piatte posizionate sul fuoco.
Il ripieno tradizionale, detto cunza cotta, consiste in un battuto di lardo, aglio e rosmarino, oltre ad una spolverata di Parmigiano Reggiano. Il borlengo si serve molto caldo e ripiegato in quattro parti.

Si tratta di un cibo che fa parte della cultura e della tradizione della valle del Panaro; risale a periodi antichi e si inserisce in quel panorama di pani conosciuti fino dalla preistoria.
La tradizione orale tramanda che è un cibo per tradizione carnevalesco, cucinato nel periodo che
dall'Epifania conduce al martedì grasso.

Il termine borlengo, nella versione dialettale detto "burlang" o "burleng" deriva probabilmente da "burla". In alcune denominazioni è chiamato anche "berlengo" e "berlingaccio" era il nome con cui veniva denominato il carnevale in epoche medievali. Il borlengo è stato da sempre considerato un cibo povero. Viene chiamato anche zampanella nella zona di Fanano.



Per altre immagini riguardanti il Borlengo e la sua preparazione visita:


siti web www.sitovistoso.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio